Si usa nell’analisi del comportamento d’acquisto del cliente.

É un indicatore che identifica quanto ammonta il valore di un cliente. Questo dato è un valore variabile e cambia diverse volte in base a diversi fattori.

Il CLV è una cosa diversa rispetto al NPS Net Promoter Score che misura la fedeltà di un cliente e dal CSAT che misura la soddisfazione di un cliente. Il CLV è  direttamente collegato al fatturato e al tempo gli altri due indici sono collegati alla prospettiva soddisfazione e ritorno del cliente.

Il CLV si calcola:

Il valore finale del CLV è dato da 2 elementi: il valore medio di ciascun cliente per l’azienda e la durata media del rapporto tra cliente ed azienda. Per arrivare a questi 2 valori e al calcolo finale.

Prima è necessario avere:

  • La spesa media nel tempo (Fatturato in un arco di tempo t  / Numero di acquisti effettuati nel tempo t
  • Frequenza media d'acquisto (Numero di vendite nel periodo t / Numero di clienti unici  nel periodo t)
  • Customer Value (Spesa media d’acquisto x Frequenza media d’acquisto)
  • Customer Lifetime (Considera la media nel tempo t in cui i clienti continuano ad acquistare)
CLV = Customer Value * Customer Lifetime

Il valore medio che ci si può attendere in termini di fatturato da un singolo cliente se resta in contatto con l'e-commerce.

Il Customer Lifetime Value è una delle metriche che dovrebbe essere considerata centrale nella definizione della strategia di gestione di un e-commerce. In ambito di commercio elettronico, però, ancora troppo spesso si ha la tendenza a focalizzarsi esclusivamente sulla massimizzazione del numero di nuovi clienti acquisiti, rincorrendo gli obiettivi di fatturato percorrendo quest’unica via.

Studiare e calcolare meglio il CLV, impostando attività con obiettivo a massimizzarlo, potrebbe rappresentare la svolta del successo dell'ecommerce